Facebook Twitter Google Plus Linkedin Instagram YouTube Pinterest Tumblr Flickr

Poesia II – Bocconi di felicità

Poesia II

Bocconi di felicità

L’aria fresca dell’autunno che accarezza l’Ampezzo come le melanconiche note asburgiche di Strauss
Quel salice piangente che piantai da bambino, che ora sorride sopra la mia testa
Una canzone dance che mi contorce in discoteca mentre grido come un imbecille
La tua mano che mi sfiora la nuca mentre il tuo sguardo mi esplora l’anima
Il ricordo di Pasqualino con il cappello di paglia che sorride anziano dopo una giornata nei campi
La luce magica di Malta che nutre i miei occhi e spazza via ogni tristezza
I miei nipoti che mi corrono incontro all’isola d’Elba
Giovannino Guareschi
E il sorriso della mia mamma che sfavilla in Cielo come stella polare
Bastano questi bocconi di felicità per rendere la mia vita degna di essere gustata

Bocconi di felicitàL’aria fresca dell’autunno che accarezza l’Ampezzo come le melanconiche note asburgiche di StraussQuel salice piangente che piantai da bambino, che ora sorride sopra la mia testaUna canzone dance che mi contorce in discoteca mentre grido come un imbecilleLa tua mano che mi sfiora la nuca mentre il tuo sguardo mi esplora l'animaIl ricordo di Pasqualino con il cappello di paglia che sorride anziano dopo una giornata nei campiLa luce magica di Malta che nutre i miei occhi e spazza via ogni tristezzaI miei nipoti che mi corrono incontro all'isola d'ElbaGiovannino GuareschiE il sorriso della mia mamma che sfavilla in Cielo come stella polareBastano questi bocconi di felicità per rendere la mia vita degna di essere gustata

Pubblicato da Paolo Gambi su Giovedì 6 settembre 2018

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *