Il mistero dei ravennati scomparsi: cosa succede d’inverno in città?

Il mistero dei ravennati scomparsi: cosa succede d’inverno in città?

ravennati

Appartengo alla categoria “ravennati”, o come diciamo noi della vecchia Ravenna “ravegnani”. E da un sacco di tempo ho una domanda che mi punzecchia la testa: che fine fanno i ravennati d’inverno?

Se giri per il centro in primavera o in estate incontri un sacco di belle ragazze in minigonna, signore eleganti, amici d’infanzia. Ma proprio tanta gente, tanto che fai fatica a trovare parcheggio e devi quasi spintonare la folla per arrivare alla tua meta. Per non parlare della notte d’oro. Poi arriva il primo giorno di freddo e -puf – via Cavour diventa di botto una steppa siberiana. Bar vuoti, locali vuoti, strade deserte. Non incontri un’anima viva. Fa quasi paura.

Dove sono finiti i ravennati allora? A questa domanda, girando per i bar dove si incontra qualche raro anziano mezzo ubriaco rintanato in solitudine, le risposte che ho raccolto sono queste:

  1. “Sono nel forese”. Col fatto che metà del territorio di Ravenna è fatto di paesini, quelli del forese che con il caldo vanno in centro città restano nel proprio paesino. Per verificare l’altra sera sono andato nell’ordine a Sant’Antonio, Camerlona e Ammonite. E non sembrava proprio di essere ad Ibiza.
  2. “Stanno in casa a fare l’amore”. Questa interessante tesi raccontatami con un gran sorrisone porterebbe alla conseguenza di un aumento vertiginoso delle nascite, visto che alla sera nei paesini e nella città deserta le farmacie sono chiuse. Ma così non è, quindi anche questa tesi non regge. Va bene che siamo romagnoli, ma non conigli.
  3. “Se ne vanno al caldo”. Questa tesi, molto vera nelle località di mare, implicherebbe che anche gli uffici e i servizi essenziali dovrebbero essere chiusi. Cosa che non succede. E poi, considerata l’attitudine a spostarsi dei ravennati, in quale località calda si sposterebbero? A Terra del Sole?
  4. “Scappano dalla borda”. Magari i ravennati credono all’antica leggenda della borda, la strega delle paludi che agisce con il buio e la nebbia. E che uccide in modo sanguinario chiunque incontri. Per cui stanno nascosti. Se così fosse almeno qualche immigrato africano che non conosce la leggenda si vedrebbe in giro. Invece neanche quello.
  5. “I ravennati non esistono”. Questa tesi sembra paradossale ma è quella che mi convince di più. Tutto quell’ammassarsi di umanità in via Cavour d’estate è in realtà un’allucinazione collettiva provocata dal caldo umido che scompare quando i cervelli si raffreddano.

Il mistero dei ravennati scomparsi rimane insomma senza soluzione, e finisce insieme ai suoi antichi misteri bizantini. Qualcuno conosce la soluzione dell’enigma dei ravennati scomparsi?

VEDI ANCHE

BASTA UNA AMBULANZA PER CAPIRE LA FORTUNA DI VIVERE IN ROMAGNA

LA MARATONA DI RAVENNA

RAVENNA CAPITALE IN FINLANDIA

INVADER A RAVENNA

IL DOCUFILM SU TONINI

10 pensieri su “Il mistero dei ravennati scomparsi: cosa succede d’inverno in città?

  1. Secondo me, si spostano nelle citta dove ci sono centri commerciali grandi e belli (Savignano, Punta di Ferro Fc, Le Befane Rimini, Le Maioliche Faenza…..)

  2. la colpa è solo di questa crisi economica, che fa morti e feriti (non solo), per cui niente supermercati. Stanno nelle loro abitazioni a “mangiarsi” tanta tv, tablet e smartphone ,
    per cui la storia sarà ancora lunga.

  3. Cara Barbara che tristezza i centri commerciali penso che siano la più brutta esibizione del comunismo e spero proprio che a Ravenna non accada come a Forlì che punta di ferro ha svuotato il centro città dai negozi lasciandolo in mano a negozi multietnici … Non a caso Forlì è diventata una delle più brutte città della Romagna; le maioliche a Faenza non pullulano di gente la sera e comunque per tua informazione neanche gli altri centri commerciali la sera sono vivi…. A Savignano vedi gente perché c’è la multisala la sera che si riempie di persone ma questo è quello che accade tutte le sere al cinema city ( ecco dove sono finiti una parte dei ravennati al cinema city). Posso confermare che la sera ravenna è vuota e deserta ieri sera alle 21 ero in centro storico per lavoro e ho percorso quasi tutta via Cavour piazza del popolo e zona san francesco il mortorio …. Ma vi siete chiesti il motivo ? Alcune conseguenze del voto dei ravennati l’attuale amministrazione da anni ha bloccato contrastato e multato tutte quelle anche se pur piccole situazioni che volevano far vita al centro storico e tutti sappiamo bene di cosa parliamo oltre agli ultimi fatti di questi mesi …. Ravenna è piena di sane attività e imprenditori volenterosi c’è una altissima concentrazione di bar e Ristorantino che ci invidiano tutte le città limitrofe ma che possono far poco contro questa amministrazione …. Solo cambiando voto e portando una nuova corrente a ravenna forse allora forse torneremo a far vivere la nostra città ed eviteremo l’arrivo è l’ampliamento assurdo del centro commerciale!!! Ricordiamoci che la nostra cara amministrazione è quella che ha bloccato tutti gli investimenti in passato di sviluppo di nuove aree studi poli universitari ecc di MICOPERI e i soldi se non erro sono andati tutti nelle marche dove ha trovato braccia aperte …. È la stessa amministrazione che anni fa non ha concesso le autorizzazioni per un mega polo sportivo con annesso centro ricerche alle porte di ravenna finanziato da una società di Berlusconi (figurati se gli davano una mano) ma tanto fino a quando non toglieremo questo assurdo rosso che ricopre ravenna non andremo da nessuna parte….

  4. Ma che comunismo Daniele, si vede che non giri l’Italia e l’Europa. Purtroppo quando le persone si abituano ad avere l’auto sotto i glutei non ha voglia di camminare.

  5. D’accordo in pieno con Daniele (anche se ritengo i centri commerciale non certamente luoghi d’esibizio e del comunismo, anzi…) comunque se Berlusconi fosse intervenuto in questa città non sarebbe cambiato nulla visto che forza italia e il pd sono le due facce della stessa medaglia. Comunque la soluzione per me è che la maggiorparte dei ravennati è morta… dentro. Oppure sono diventati tutti dei grandi giocatori da tavolo o da console. Comunque con sto clima orrendo, chi cavolo è cosí masochista da andarsene in giro?

  6. quando piove o fa freddo chi ha voglia di andare in giro? al massimo si fa una serata fra amici, anzi no, se guardi i parcheggi di pizzerie e ristoranti fuori (per ragioni automobilistiche) dal centro vedrai dove sono finiti i ravegnano scomparsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.