coaching per comunicare

IL COACHING E LA FORMAZIONE POSSONO CAMBIARE LA TUA VITA!

Paolo Gambi coaching

 

Per poter andare ad esplorare le parti più profonde di sé – e come diceva Sant’Agostino là trovare la Verità, cioè Dio – bisogna imparare a padroneggiarsi bene. Per questo motivo da un po’ di anni mi dedico al coaching e alla crescita personale. Hai letto il mio libro “Smettila e sii felice?”.

Questa società ci insegna poco a gestire i nostri pensieri, pochissimo a comunicare e relazionarci, per nulla a gestire le nostre emozioni. Risultato: siamo schiavi di noi stessi, del nostro cervello, del nostro corpo e della società stessa!

Quindi:

Bisogna conoscere ed imparare a gestire i propri pensieri: trasformatevi rinnovando la vostra mente scrive San Paolo.

Bisogna conoscere ed imparare a gestire il proprio corpo e le proprie emozioni: il corpo è il tempio dello Spirito Santo.

Bisogna conoscere ed imparare a gestire la propria capacità di relazione: solo nell’altro, e poi nell’Altro, troverai te stesso.

Pensieri, emozioni e relazione grazie ad un percorso di coaching possono diventare MISTAGOGICI, cioè condurti al mistero che porti dentro, verso Dio. Da nemici possono diventare alleati. Ma serve un grande cammino che non finisce mai.

Tutto questo ha delle applicazioni pratiche molto concrete, specialmente per ciò che riguarda la nostra capacità di comunicare. Capisci quanto può cambiare la tua attività professionale se radichi tutto il tuo aspetto comunicativo in qualcosa di ben più saldo? Una consulenza in comunicazione appoggiata su un percorso di coaching può davvero fare la differenza.

Da persona in cammino verso la Verità, perchè non si finisce mai di imparare, propongo varie iniziative:

A persone singole che vogliono muovere i primi passi in questo cammino.

Agli imprenditori e alle aziende che vogliono investire in formazione.

Ai singoli che vogliono diventare coach.

Molti formatori mischiano ai cammini di crescita nozioni di buddhismo, induismo, new age. Io ovviamente non lo faccio. I valori spirituali di riferimento sono quelli del nostro Occidente ebraico e cristiano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.