Senatore Antonio Razzi. L’ho incontrato e… vince la realtà o l’immaginazione?

Senatore Antonio Razzi. L’ho incontrato e… vince la realtà o l’immaginazione?

Senatore Antonio Razzi

Senatore Antonio Razzi. Se dico “Pippo Baudo” tutti sappiamo chi è. O meglio, tutti pensiamo di sapere chi è. E perché lo conosciamo? Perché lo abbiamo visto in tv. Ma cosa c’è veramente dietro l’immagine mediatica che proietta? Solo chi lo conosce realmente lo sa.

Se dico Senatore Antonio Razzi tutti sappiamo chi è. Crozza ne ha fatto un’imitazione che dura da qualche anno. Tutti pensiamo di conoscerlo. Siamo sicuri che l’immagine che Crozza ha costruito sia quella di Razzi. E non è che sia proprio una bella immagine.

Almeno così pensavo io. Tant’è che che quando il Senatore Antonio Razzi è venuto in Romagna la scorsa estate, ospite del Vip Master, io ho fatto di tutto per non incrociarlo, tanta era la mia convinzione di conoscere la sua bassezza.

Ma l’uomo propone e Dio dispone. Infatti alle premiazioni del torneo per un improbabile caso il Senatore Antonio Razzi mi si siede vicino. Ci mettiamo a parlare. Mi lascia un suo bigliettino.

E io resto incuriosito dalla sua gentilezza e dal suo modo di fare così semplice e diretto. Non assomigliava molto allo spirito dell’imitazione di Crozza.

Così la curiosità mi ha spinto, e al primo giro a Roma (a distanza di mesi) l’ho chiamato. Con semplicità. E lui mi ha ricevuto. Con altrettanta semplicità.

Ho passato tutta la mattina con lui. E mi sono reso conto che con l’imitazione di Crozza ha ben poco da spartire.

Viene preso in giro perché non parla bene italiano. Ma d’altra parte ha vissuto nella Svizzera tedesca da quando aveva 17 anni, cosa c’è di strano? Me ne rendo conto solo lì.

Viene dipinto come un disonesto incapace che occupa abusivamente un posto di potere. Io ho incontrato una persona con un grande senso del lavoro (svizzero direi), una vasta rete di contatti diplomatici (specialmente nell’estremo Oriente) e un buon cuore che gli fa ricevere tutti. Persino me.

Basti dire che sono andato via dal suo ufficio con una giornalista giappo-taiwanese che era venuta per intervistarlo. Sì, perché nell’estremo Oriente lo intervistano su temi di politica internazionale, visto che è amico di molti leader asiatici ed è uno dei pochi che riesce ad avere un dialogo con la Corea del Nord. Noi lo prendiamo in giro.

Ma soprattutto sono andato via con una domanda: qual è il vero Senatore Antonio Razzi? Quello che ho appena conosciuto con i miei occhi e le mie orecchie, o quello che mi ha raccontato per anni Crozza?

Realtà, rappresentazione, immaginazione e riflessioni sull’epistemologia. Chi lo avrebbe mai detto che a tutto questo mi avrebbe condotto il Senatore Antonio Razzi?

Un pensiero su “Senatore Antonio Razzi. L’ho incontrato e… vince la realtà o l’immaginazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.