Romagna

Sei romagnolo? Sei romagnola? Scoprilo con il test di romagnolità

Sei romagnolo? Sì ma quanto? Scoprilo con il test di romagnolità

sei romagnolo romagna vacca romagnola

[mtouchquiz 1]

Sei romagnolo o romagnola? Ma quanto lo sei? Vivi in Romagna e hai un pedigree tutto piantato sulle nostre zolle e credi di essere romagnolo o romagnola al 100%?

Oppure vieni solo in vacanza in riviera e credi di essere romagnolo allo 0%?

Potresti avere delle sorprese con questo quiz…

La Romagna è la terra più accogliente che esiste e nella storia ha fatto entrare e ha inglobato galli, romani, goti, bizantini, ebrei, armeni, veneziani, papalini…

In epoche più recenti ha focalizzato il suo spirito di accoglienza su tedeschi e russi. Meglio se alte, bionde e in cerca di divertimento. E tutti questi hanno finito per sentirsi almeno un po’ romagnoli.

Per non parlare di quel lungo elenco di artisti, scrittori e poeti che nei secoli hanno scelto la Romagna come tela per i propri quadri, o come libro per le proprie storie.

Basti pensare a Dante Alighieri. Non ha forse scritto quasi tutta la sua Divina Commedia con i piedi ben piantati sulle zolle romagnole?

E quanta romagnolità c’è dentro quell’opera…

Chi viene in Romagna prima o poi viene irretito dall’identità romagnola e finisce per ritrovarsela dentro.

Figuriamoci chi ce l’ha lì che scorre nel sangue!

Allora che tu sia nato romagnolo o che qui tu ci venga in vacanza scopri il tuo grado di romagnolità!

Vai su in cima e clicca su INIZIO. Poi il test ti condurrà a rispondere ad alcune domande base.

E se salta fuori che sei romagnolo o romagnola ad alti livelli gioisci e contattami, che festeggiamo insieme.

 

FORSE POSSONO INTERESSARTI ANCHE

LE DIECI PAROLE ROMAGNOLE CHE TUTTO IL MONDO CI INVIDIA

33 MOTIVI PER ESSERE FIERI DELLA ROMAGNA

PATACCA: 9 USI PRATICI DELLA PAROLA PIU’ MAGICA DEL MONDO

ROMAGNACITY: 5 MOTIVI PER CUI MERITIAMO DI ESSERE UNA CITTA’ METROPOLITANA

40 pensieri su “Sei romagnolo? Sei romagnola? Scoprilo con il test di romagnolità

  1. 10/10. Ma “Che ti venga un colpo” si scrive “Ch’u t…”, o “Ch’u-t”…. , alla lettera “che egli ti ….”, sono tre parole, non una sola. “Cut” era il verso che si faceva da bambini giocando a nascondino.

  2. Ue…ho fatto 7/10! E solo perché non ci posso fare nulla, da donna di motori u’m frega gnit.

  3. Cavolo solo 8/10, mi cospargo il capo di Cenere! Sarà l’influenza nefasta della vita infrasettimanale in Emilia XD

  4. Ciao Paolo
    fatto 8 esatte su 10
    di cui una sbagliata era sui cappelletti!
    Come saprai sotto ravenna nei cappelletti mettono il formaggio mentre nel forlivese mettono la carne quindi può essere un trabocchetto.
    E’ un trabocchetto perché non c’é una ricetta ben definita che stabilisce qual’é il cappelletto romagnolo perfetto o si?

  5. Non avevo dubbi di superare il test 10/10 non per immodestia ma perché ho un cuore che batte romagnolo a costo di battere in testa. Romagna è per me un’idea fissa e il dialetto visto che non può essere la prima lingua per ovvi motivi di italianità della quale mi sento comunque pieno e fiero, il dialetto è sicuramente una seconda lingua irrinunciabile, non è raro che mi ritrovi a pensare in dialetto e quando si pensa in una lingua non c’è più ne prima ne seconda, c’è e basta.

  6. mi sa che ci tornerò su, ma direi che pur con varianti la ricetta è abbastanza definita intorno al formaggio

  7. Perché è sbagliata la risposta per cui Gattolino, Bulgarnò, Coccolia e Fruges sono paesi della Romagna?

  8. SONO ROMAGNOLO DI SANGUE, PER MOTIVI ECONOMICI SONO “MIGRATO” A MILANO. COMUNQUE ROMAGNOLI “SI NASCE” E ROMAGNOLI SI RIMANE DOVUNQUE IL DESTINO TI PORTI.
    SE HAI AVUTO LA FORTUNA DI PASSARE LA TUA VITA IN ROMAGNA SEI FORTUNATO MA NON SEI PIU’ ROMAGNOLO DI ME E DI TANTI ALTRI CHE HANNO DOVUTO “MIGRARE”. AT CIALUT!!!!

  9. Nei cappelletti il ripieno ce lo mette mia moglie e io li mangio. Certo che giudicare la “romagnolità” dalla conoscenza o meno dei cappelletti è triste, molto triste; ho sempre pensato ( e continuo a pensarlo) che fosse una questione di sangue.
    Grazie! Cosa metti nel cervello?
    Sei romagnolo? Fai un esame del DNA!!!!!
    Comunque chiunque tu sia ti voglio bene.

  10. Nei cappelletti il ripieno ce lo mette mia moglie e io li mangio. Certo che giudicare la “romagnolità” dalla conoscenza o meno dei cappelletti è triste, molto triste; ho sempre pensato ( e continuo a pensarlo) che fosse una questione di sangue.
    Grazie! Cosa metti nel cervello?
    Sei romagnolo? Fai un esame del DNA!!!!!
    Comunque chiunque tu sia ti voglio bene.

  11. Perchè non ti esprimi in italiano o in “dialett rumagnul”??
    I’m waiting for your anwer. =aspett che tam risponda.
    Chiedo scusa per il mio dialetto zoppicante ma da quando è mancato mio babbo, tantissimi anni fa, non ho più nessuno con cui conversare in diletto e col tempo e con la vecchiaia si perde molto. Ciao

  12. Io ti ho risposto, tu mi hai cotrorisposto in inglese(?), io ti ho contro controrisposto in italiano, inglese e romagnolo. E’ SPARITO TUTTO. PERCHE’???? Ciao amico.

  13. Mio nonno è romagnolo, io vivo in Agro Pontino e sono pure mezzo friulano: si vede però che i geni si fanno ancora sentire.

  14. se me mandè giò un paro di casse de sangiovese, divento sciguro più romagnolo, ma se intanto vualtri rumagnoli vulè diventà un po’ marchigiani, venì qua giò in ancona che ve ‘nzegnamo a fà el brodeto, i moscioli ripieni e lo stucafisso cu le patate. Se ciavè la boca sciuta, ve la bagnamo cul verdichio, el roscio conero e la lagrima de morro d’alba. Do cantuci da inzupà intel fragolì e po’ durmirè como i’angiuleti.

  15. SONO ROMAGNOLO DI SANGUE, O VISSUTO IN ROMAGNA PER 38 ANNI, ORA PER MOTIVI DI LAVORO MI SONO TRASFERITO IN VENETO, A VERONA DA 38 ANNI, = 76 ANNI,, O FRATELLO E SORELLA E PARENTI VARI CHE ABITANO NEL FORLIVESE , OGNI TANTO VADO A TROVARLI. MI RITENGO UN ROMAGNOLO DOC,
    SU DIECI DOMANDE NE O SBAGLIATO UNA SOLO, MI A TRADITO LA PIADINA, NE O MANGIATO UNA OGGI, QUI CHE CE LA FIERA DEL VINITALY, AVEVA TANTI SAPORI MA NON DI PIADINA. FUORI DALLA FIERA O VISTO UN LUNGO STRISCIONE DELLA ROMAGNA, RAFFIGURATI I MAGGIORI VINI ROMAGNOLI., SCUSATE SE MI SONO DILUNGATO NEL COMMENTO, UN GRAZIE UN SALUTO A TUTTA LA ROMAGNA EVVIVA CIAO

  16. 7/10, però la ricetta dei cappelletti cambia da zona a zona, come si fa a dire che ci va solo la forma?
    Noi a Rimini li facciamo di carne, t’è capì?
    Ci vuole il lesso e generalmente si mettono 3 tipi di carne (manzo, suino, cappone), un po’ di formaggio morbido (a seconda del gusto, squacquerone, raviggiolo, ricotta…), la scorza di limone grattugiata e la noce moscata e il brodo deve essere esclusivamente di cappone, dopo di ché una bella spolverata di parmigiano (la “forma” come si dice da noi) e us po magnè!
    Un’altra cosa che non capisco è Ravenna capoluogo, cosa c’entra l’impero Romano d’Occidente e la Romagna?
    Allora qualcuno potrà dire che il capoluogo è Forlì, visto che Dante la considerava il “meditellum” della Romagna, oppure Rimini (du ch’a stag me), prima città ad esportare la romagnolità nel mondo grazie al turismo di massa.
    E poi anche quella dei motori mi sembra un po’ tirata per le orecchie, avresti potuto dire anche ciclismo, visto che abbiamo avuto grandissimi campioni come Pantani e Baldini oltre all’attuale c.t. della nazionale e commentatore televisivo Davide Cassani… io non conosco nessun romagnolo D.O.C. che non sia appassionato di ciclismo!!!

  17. sui cappelletti la risposta si fa lunga, prima o poi ci scriverò un post. Su Ravenna capoluogo la questione è invece molto semplice: la Romagna esiste perchè c’era Ravenna. Mentre il resto dei territori veniva invaso dai barbari, prevalentemente longobardi, Ravenna, ex capitale dell’Impero riuscì a tenere un territorio romano, cioè sotto l’influsso dei romani dell’est, i bizantini. Ravenna è stata capitale dell’Impero romano, del primo Regno d’Italia (quello di Teodorico), dell’esarcato e della sede ecclesiastica più importante. storicamente non ci possono proprio essere dubbi sul fatto che sia il capoluogo.

  18. Alla domanda nr.5 …bulgarnò gattolino ecc……sono paesi…….tat ci scòrd e macanin!!…….che in italiano si chiama….

  19. Dopo 28 anni di lontananza non speravo sui 10/10.Due o tre risposte si potevano sbagliare facilmente per via delle differenze nella lingua, negli usi e costumi. Bella iniziativa. Grazie!!!

  20. Per il ripieno dei cappelletti ti rimanderei alla ricetta artusiana…….dove certoc’è anche la forma…..(da questo capisco che sei del ravennate) e quella della piada è una patacata……..ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *