Enrico Liverani se n'è andato. E io non riesco a non scrivergli