33 motivi per amare il Natale senza la paura che qualcuno ce lo rubi

33 motivi per amare il Natale senza la paura che qualcuno ce lo rubi

il Natale

Come tutti gli anni il Natale arriva tra le polemiche di quelli che vorrebbero cancellare i simboli che lo ricordano e quelli che il Natale vorrebbero cannibalizzarlo per farne una bandiera politica.

In più ancora una volta ci lasciamo alle spalle un anno di crisi, problemi, pensieri e preoccupazioni.

Ma al di sopra di tutto questo il Natale resta sempre un momento magico, mitico, mistico, unico. E io preferisco godermelo.

A parte che qui in Romagna non c’è il Grinch, ci sono almeno 33 motivi per amare il Natale senza avere la paura che qualcuno ce lo porti via insieme alla sua magia:

 

Babbo Natale. L’ho visto quando ero piccolo e quindi esiste

La Madonna. Trovarne di donne così…

Il piccolo Lord, che non manca mai

Venite adoremus. Non ho ancora capito dove sia Doremus, ma la canzone è bellissima

La città d’inverno, che diventa amica

Il pandoro con il mascarpone. Bloccherà anche l’intestino ma fa giubilare il palato.

Hark the Herald Angels sing cantata dal coro di Cambridge

La gente cattiva che si sente più buona. Almeno per 24 ore

Il pranzo di Natale, che più che un pasto è un tentato omicidio

I libri che finiscono sempre per regalarmi

Le vacanze

I cugini che sbucano fuori solo il 25 dicembre

I regali riciclati

Riciclare i regali

Il mare d’inverno

L’addobbo del pupazzo di neve che mia mamma mette ad una finestra

“Una poltrona per due” che ritorna sugli schermi

La cioccolata. Che a Natale ha un altro sapore

La gente che incontri per la strada e ti sorride. La settimana prima mugugnava.

Le babbe Natale sexy

La messa di mezzanotte, che mi fa pensare che quando vuole il cattolicesimo è ancora una cosa seria

L’albero di Natale, che non prendo dai cinesi

I russi, i romeni e gli altri ortodossi che ti fanno festeggiare anche all’Epifania

I miei nipotini che recitano le poesie natalizie senza metà dei denti

The first Noel cantata da Frank Sinatra

San Giuseppe. Ce ne fossero di uomini così…

Le strade della città piene di luci

L’esperienza della mia famiglia, che non sarà santa come quella di Betlemme ma è la mia

Il tempo che si ferma

L’incontro natalizio con tutti i parenti, che diventano tutti quasi simpatici

Il presepe. Che almeno a casa mia posso fare senza che nessuno rompa

Le sere in giro per la città piena di gente sorridente

 

Ma soprattutto il Natale sarà sempre salvo per me grazie alla fede in Gesù, Dio che si fa carne. Ho la fede, e questo è il momento per dire grazie. Buon Natale a tutti!

Un pensiero su “33 motivi per amare il Natale senza la paura che qualcuno ce lo rubi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.