Romagna

Maialata vip: ebbene sia, diamo scandalo

Maialata vip: ebbene sia, diamo scandalo

Maialata vip the original

Maialata vip. Niente può preparare ad una maialata. Ma se è pure vip la cosa diventa ingestibile. Organizzata al Podere Angela Schiavina a Filetto grazie alla gran maestranza del paparazzo di Milano Marittima Carlo Morgagni la maialata vip è iniziata così

maialata vip

Qualcuno può già aver iniziato a pensare a “cene eleganti” o cose del genere. Ma qui siamo con i piedi piantati sulle zolle della Romagna e di elegante abbiamo solo la zappa. A parte la presenza di alcuni dei principali stakeholder di Milano Marittima. Infatti la maialata è proseguita così

maialata vip 1

Il maiale è il motivo principale per cui non potrei mai diventare islamico. Insieme ai genocidi, alle dittature e a Pietrangelo Buttafuoco.

Sia ben chiaro: siamo tutti vegani, ambientalisti e animalisti. Per questo siamo andati alla festa per celebrare il maiale scannato e papparcelo con gusto.

E allora giù di ciccioli (i “grassul”) appena spremuti dal grasso della bestia. Quel sapore lì lo senti un giorno all’anno, perché già il giorno dopo cambia. Ammesso che ci arrivi e che non ci resti secco intasato dal colesterolo. Che alla maialata vip si è presentato per nome in giacca e cravatta appena sono arrivato.

E poi affettati, tagliatelle al ragù appena fatto. E ancora ossa, riso con il brodo delle ossa e l’uovo. Perché del maiale non si butta via niente. E ancora, nel più pieno spirito vegano e crudista, carnazza a volontà. Salsicce, coste, carne di parti del corpo della bestia che neanche sapevo esistessero.

Ora, io di solito una cena pesante la metà di quella ci metto tre mesi a digerirla e pratico il digiuno ascetico per i successivi 30 giorni nel deserto. Invece nonostante il cibo a getto infinito che ho introiettato nella pancia sono stato benissimo. Benessere suino.

Segno che il maiale era buono e ha fatto il suo dovere. Come hanno fatto il loro dovere quelli che l’hanno scannato, preparato e cucinato.

E’ bello sentirsi parte della catena alimentare. Sperando che non se ne ricordi il leone che mi insegue da giorni. Forse un po’ offeso perché non era stato invitato alla maialata vip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *