Halloween: ma perché vestirsi da diavoli se si festeggiano i Santi?

Halloween: ma perché vestirsi da diavoli se si festeggiano i Santi?

Halloween: come ogni anno arriva puntuale. E come ogni anno torme di bambini e meno bambini affollano strade e feste travestiti da mostri, diavoli, scheletri.

Se vuoi scegliere il tuo costume, o vuoi che i tuoi figli scelgano quello giusto, facciamo una riflessione insieme.

Cosa significa Halloween? La parola deriva da “all Hallow eve”, sera di tutti i Santi. Ma perché travestirsi da diavoli se si festeggiano i Santi? Sarebbe come se andassimo a festeggiare il compleanno di Travaglio tutti vestiti da Berlusconi, o a una celebrazione di Israele travestiti da Hitler.

Per festeggiare i Santi bisogna vestirsi da Santi. Io lo faccio abitualmente da qualche anno (vedi video). E vi assicuro che il divertimento è assicurato lo stesso. Anzi, di più.

Certo, qualcuno potrebbe pensare che farsi trovare con addosso il vestito da San Benedetto sia una buffonata. Che tra l’altro non ci sarebbe neanche niente di male. Ma invece riempirsi la faccia di ferite finte è una cosa seria?

Come al solito siamo dei polli. Crediamo a quello che fanno passare i media, ci conformiamo a questi flussi che di solito arrivano dall’America o dall’Europa che sta al freddo, e giù tutti a pensare che sia normale.

In realtà Halloween è una festa più antica, e ce n’era traccia in Italia prima della conquista americana. Così ci ritroviamo questa celebrazione un po’ pagana un po’ cristiana, che subito ci pone davanti a un’alternativa: se sei pagano e vuoi festeggiare la Halloween pagana, vestiti da mostro. Se sei cristiano e vuoi celebrare la festa di tutti i Santi, vestiti da Santo.

Poi si può approfondire il tema facendo qualche bella lettura, che suggerisco nel canale di youtube.

Sapere è libertà. E ricorda che se non leggi ti fottono! Anche ad Halloween.

Halloween

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.